pensiero di un altro

“La vita ti sorprende quando sei impegnato a fare altro”… Lo disse John Lennon. Prima che gli sparassero. [questa attesa, fatta di silenzio e pensieri è estenuante. è troppo grande e troppo vuota. la si può riempire di tutto]

smacco

C’è chi dice che ho coraggio. di imbrattare i muri forse. ma non di prendere in mano la mia vita e di amarla. Non ho il coraggio di amarmi. e mi crogiolo in un dolore indotto, in pensieri monomaniacali. forse un po’ mi piacciono. dovrei diventare più cosciente di me. perchè se sai cosa vuoi almeno vai in una direzione, … Continua a leggere

chiari di luna

era un giorno quasi normale, quando ho scritto una mail al direttore dicendogli che avrei avuto bisogno di una giornata  di permesso per seguire i lavori nella casa dove ci stiamo trasferendo. nessuna risposa. ma dovrò recuperare le ore perse se non voglio che mi vengano detratte dallo stipendio. vale lo stesso per la malattia.sono un lavoratore precario. pagato a cottimo. … Continua a leggere

sogni nel cassetto

<< perchè è diventando assolutamente niente che si può diventare uno scrittore >> Ieri, Agota kristof. dovrò liberarmi di tante cose. dovrò liberarmi di me. solo allora potrò scrivere il mio libro. se non sarò già morta.

etichette

[troverò un’etichetta anche per te. ce ne sono per ogni cosa e siamo tutti bravi a metterle. “Pure wool” “made in china” “100% poliestere” “dry clean only”. Il giorno che la troverò forse non mi importerà più nulla di te. e ti appenderò nella fila disordinata dei miei abiti usati]

peniseri che portano a M

Ci sono giorni in cui raggiungo la piena consapevolezza di ciò che voglio. giorni in cui sono felice di ciò che ho scelto. giorni in cui non cambierei una virgola della mia vita. e il mio respiro è regolare e cadenzato, scandito dal battito del cuore che pulsa costante, ritmico, naturale. e allora penso che chissenefrega se sono pagata a … Continua a leggere

sofismi

Sono altrove. sempre. anzi no, da un anno e mezzo a questa parte. mi muovo come una marionetta a scatti ben congeniati. tutto è calcolato nel minimo particolare. tutto dosato. tutto bloccato. tutto così faticoso. lancio il sasso e tolgo la mano come se ci fosse una tagliola lì pronta a impadronirsene martoriando la mia pelle, spezzando le ossa del … Continua a leggere

DONNA

è la festa delle donne. ma come si fa ad essere fiere di esserlo. ormai vedo solo prototipi di cacciatrici in serie. tacchi a spillo, trucco, silicone, tette al vento. vedo solo omologazione. eppure la donna era. è. sarà. si ripiglierà da questo massacro di ruolo. e ancora una volta sedurrà Adamo. solo con una mela.

possibilità

ma è possibile avere un contratto a progetto quando di fatto si gestisce un giornale in toto (o quasi)? ma è possibile apparire sul colophon semplicemente come “attualità”? ma è possibile essere sottopagati e quando – o se – ci si ribella, sentirsi dire: “c’è la fila fuori di gente che farebbe il tuo lavoro gratis”. ma è possibile che tutto … Continua a leggere

sottigliezze

DRIN: SQUILLA IL MIO INTERNO Grande Capo: “Viola?” io: “sì” GC: “puoi venire nel mio ufficio?” io: “sì” GC: “adesso” io: “si” Cuore in gola. tachicardia. io e il Capo ci salutiamo a fatica. sarà perchè non sono una leccaculo. sarà perchè non amo accondiscendere. sarà perchè lo reputo un coglione. quindi se mi chiama può essere solo per dirmi … Continua a leggere